Un referendum contro i Trattati europei, anche in Italia

Venerdi 6 aprile verrà depositata in Corte di Cassazione a Roma, la Proposta di Legge costituzionale di iniziativa popolare per chiedere che in Italia – come avvenuto in altri 9 paesi in Europa – si possa celebrare un referendum sull’adesione ai Trattati europei.

A presentarla per conto della Piattaforma Eurostop saranno Giorgio Cremaschi, Franco Russo (autore della proposta di legge), sindacalisti dell’Usb come Pierpaolo Leonardi e Paola Palmieri, attivisti di Eurostop come Mauro Casadio, Sergio Cararo, Michele Franco, Franco Bartolomei ed altri. L’appuntamento con i giornalisti interessati è venerdi 6 aprile alle ore 11.00 davanti alla Corte di Cassazione in piazza Cavour a Roma.

Ci saranno sei mesi di tempo per raccoglierne almeno cinquantamila firme da presentare alla Camera dei Deputati – oggi con una maggioranza non più “euroentusiasta” – che ha l’obbligo di discutere le leggi di iniziativa popolare entro i tre mesi dalla conclusione della raccolta delle firme.

Una prima giornata nazionale la raccolta delle firme in tutte le città , insieme a quelle sulla legge di iniziativa popolare sulla abrogazione/riscrizione dell’art.81 introdotto in Costituzione nel 2012 (obbligo di pareggio di bilancio prevista dal Fiscal Compact), è prevista per venerdi 20 aprile.

Piattaforma Eurostop

info: eurostop.info

Share