Archivi tag: catania

Stop alla nave fascista antimigranti. Eurostop con gli antifascisti di Catania

“EUROSTOP è totalmente solidale con gli antifascisti e gli antirazzisti di Catania e ad aderisce alla loro mobilitazione contro l’attracco nella città della nave dei neonazisti europei, che vogliono esercitare torbido squadrismo contro i migranti per tutto il Mediterraneo.

Continua la lettura di Stop alla nave fascista antimigranti. Eurostop con gli antifascisti di Catania

Share

Eurostop alla manifestazione di Taormina contro il vertice del G7

Compagni e attivisti vengono pesantemente colpiti con denunce, multe e intimidazioni. I provvedimenti restrittivi, penali e pecuniari aumentano notevolmente, e la repressione del dissenso assume delle forme sempre più preoccupanti.

Alla Questura di Catania c’è chi interpreta alla lettera la svolta securitaria voluta dal governo a guida PD e dal ministro Minniti. In questo contesto, che non è solo nazionale, le forze del (dis)ordine preventivo lanciano scomuniche e anatemi contro chi si oppone allo sfruttamento, al razzismo e alla guerra. L’obiettivo è intimorire, isolare e stigmatizzare l’opposizione politica, fatta sia dai compagni che da anni sono attivi in città, che da realtà emergenti.

L’obiettivo è creare un clima di terrore per trasformare in problemi di ordine pubblico le manifestazioni contro l’imminente vertice internazionale di Taormina e, in generale, per trasformare in problemi di sicurezza le problematiche sociali ed economiche che questo sistema produce quotidianamente. Tutto ciò ha un sapore, non troppo vago, di ordine fascista.

Ma ancora di più l’intenzione è quella di sbattere il “mostro” in prima pagina, ossia “gli antagonisti”, i dissidenti, quelli cioè che “fanno paura” e agiscono come “folli criminali”. Giornalisti compiacenti copiano e incollano le veline della questura. Anche questa strategia retorico-comunicativa puzza di fascismo.

Di fronte a tutto ciò noi non chiniamo la testa, ma opponiamo l’orgoglio e la ragione di chi dice no ai potenti della terra, ai signori della guerra e ai loro solerti servitori. Per questa ragione noi saremo a Giardini a manifestare contro il G7; per questa ragione non smetteremo di denunciare Frontex e le sue politiche assassine nei confronti dei migranti; per questa ragione continueremo ad impegnarci per la costruzione di un mondo diverso.

Per questa ragione ancora, a tutte le forze politiche, organizzazioni e singoli cittadini che non accettano questa risposta repressiva ai problemi sociali e politici della città e del paese chiediamo di schierarsi apertamente e di esprimere solidarietà a tutti i compagni colpiti.

Primi firmatari
Unione Sindacale di Base federazione nazionale – Rete dei Comunisti – Campagna nazionale Noi Restiamo – Coordinadora antirepresiva del Garraf Barcellona Spagna – CSP “Graziella Giuffrida” Ct – Comunità resistente Piazzetta Ct – Collettivo politico Experia Ct – Collettivo Punteruolo Teatro dell’oppresso Ct – LPS. Liberi pensatori studenteschi, Ct – Rete catanese contro il G7 – Cobas scuola Ct – Catania Bene Comune – PCI sez Olga Benario Catania – Comitato No Muos No Sigonella Ct – Comitato No Muos Ragusa – Comitato No Muos Piazza Armerina – Comitato mamme No Muos Caltagirone – Coordinamento regionale dei comitati No Muos – Arci Ct – Città felice Ct – PC sez. G. Rosano Adrano– Casa del Popolo G. Rosano P Maccarrone Adrano –Libert’aria Palermo – Comitato No Muos Alcamo – Comitato di base No Muos Palermo – Sakalash Palermo – Circolo Arci Faber Ct – Circolo Arci Melquiades Ct – Partito della Rifondazione Comunista Sicilia – PCI sez. Gramsci Riposto Ct – Sinistra Anticapitalista Ct – Redazione Siciliani Giovani – Collettivo Askavusa Lampedusa – Ass. culturale Gammazita Ct – Red Militant – Studenti Indipendenti Ct – Collettivo Spedalieri Ct – Collettivo Boggio Lera Ct – Unione degli Studenti Ct – CSA Officina Rebelde Ct – Mediterraneo antirazzista Ct

Paco Ignacio Taibo scrittore – Josè Palazon fotografo fondatore Pro Derechos de la Infancia Melilla Spagna – Josè Luis Diez Lerma Tanquem els CIEs Barcelona – Francisco Garrido Soler avvocato diritto dell’immigrazione Madrid – Paola Rivetti Dublin City University – Luciano Vasapollo Responsabile coordinamento europeo rete intellettuali e artisti a difesa dell’Umanità –Eleonora Forenza parlamentare europea PRC–SE – Giorgio Cremaschi Eurostop – Maurizio Acerbo Segr Naz Rifondazione Comunista SE – Italo di Sabato Responsabile nazionale Osservatorio repressione – Giovanni Russo Spena resp giustizia PRC-SE – Camilla Ancona Movimento Autoconvocati Roma – Manuela Palermi presidente Comitato Centrale PCI – Rita Martufi CESTES-USB – Ciro D’Alessio Funzionario Fiom Reggio Emilia – Antonio Mazzeo giornalista – Riccardo Orioles giornalista – Alessandro dal Lago sociologo – Marilina Mantineo ricercatrice Università di Genova – Luca Cangemi Responsabile nazionale scuola PCI – Vittorio Turco dirigente CGIL Catania – Paolo Modica Fiom Catania – Emiliano Laganà Fiom Catania – Daniele Zito scrittore – Goffredo D’Antona avvocato – Anna di Salvo attivista – Dario Pruiti Presidente Arci Catania – Alfonso di Stefano Comitato No Muos No Sigonella –Teresa Modafferi portavoce Cobas Scuola CT – Nino De Cristofaro Cobas scuola – Pierpaolo Montalto avvocato – Giusi Milazzo – Anna Bellia – Gianni Piazza professore università di Catania – Pietro Saitta sociologo università di Messina – Mimmo Cosentino segretario regionale PRC Sicilia – Lillo Fasciana Coordinatore regionale democrazia e lavoro FLC CGIL Sicilia – Angela Accascina Segretaria generale FLC CGIL Enna – Antonietta Troina docente, Presidente Proteo Fare Sapere Enna – Alberto Musca Segretario generale FLC CGIL Caltanissetta – Saverio Cipriano Coordinatore regionale Democrazia e Lavoro CGIL Sicilia – Pietro Milazzo dirigente regionale CGIL Democrazia e Lavoro – Luca Leotta scrittore – Mauro Maugeri regista – Valeria Raciti avvocato – Elena Maiorana attivista Sinistra Anticapitalista – Giovanni Caruso Red. Siciliani Giovani – Giuseppe Amata scrittore – Giovanni Messina avvocato – Paola Ottaviano avvocato

Share

EUROSTOP contro il G7

Eurostop aderisce e parteciperà alla manifestazione contro il G7, che si terrà sabato 27 maggio a Giardini Naxos.

Un vertice, quello di Taormina, che affronterà i temi posti all’ordine del giorno dalle contraddizioni della competizione imperialista: ambiente, immigrazione, “terrorismo islamico”, Libia, Africa, Russia, ecc. A Taormina si cercherà ancora una volta una governance a guida statunitense, ma i competitors europei non si lasceranno intimidire. Il G7 non potrà non riflettere le contraddizioni di questo braccio di ferro fra le potenze USA e UE.

Continua la lettura di EUROSTOP contro il G7

Share